Complimenti ai Pulcini 2007


Le piccole Rondini di Mister Caraccio e Mister Ferreri chiudono la stagione con un ottimo torneo presso lo stadio San Siro di Milano facendo i conti con squadre di alto livello e dimostrando il loro valore che anche se non è quello di una squadra professionistica,

i piccoli della società di Sesto San Giovanni fanno capire agli avversari che dovranno sudare sette camicie per sconfiggerli... Ma a preoccupare staff e giocatori è la decisione di Mister Ferreri che a malincuore alla fine della San Siro Cup comunicherà che per motivi personali e lavorativi dovrà lasciare il Club è il gruppo tanto amato... Questo arrivederci secondo la stampa lascerà il segno nel cuore dei bambini che dispiaciuti iniziano a farsi domande su chi affiancherà Mister Caraccio per coltivare la loro crescita calcistica.
Ed è così che la stagione 2016-2017 ha inizio per le piccole Rondini con due settimane in anticipo su tutti gli altri team, due settimane di Campus preparativo con uno Staff di ragazzi giovani e pronti ad imparare il mestiere di mister tra cui un certo Riccardo Prola che seguirà poi i piccoli amici delle Rondini di Sesto e le due motivatrici e non che forza in più della squadra Alessia Tavecchia e Giada Cicco due ragazze fondamentali per il lavoro psicologico del Team; ovviamente tutto questo sotto l'occhio vigile dei due mister di turno in quelle due settimane Cupelli Roberto e Califano Franco che daranno una mano a Mister Caraccio per gestire tutto l'intero team in fase di preparazione... Ma le piccole Rondini non sanno che durante la loro preparazione un allenatore, anzi il nuovo coach del Team dei Pulcini 2007 è li che mi sta osservando e viene direttamente dal Cinisello FC, lui si chiama Maurizio Zanelli!
È tempo di presentarsi al Gruppo di giocatori e genitori dei Pulcini 2007, lo staff è lo stesso dell'anno scorso alla guida della squadra ci sarà Mister Caraccio Andrea, con il supporto della dirigenza Commodaro Enzo, Filippini Marco, Mondini Fabio e con l'ingresso di Maurizio Zanelli come secondo Mister.
Si comincia, primo allenamento e già si mettono le cose in chiaro! I due Mister pretendono la massima serietà e il massimo impegno da parte del gruppo per prepararsi al meglio per confrontarsi con gli avversari del campionato; gli allenamenti sono duri e intensi i piccoletti sembrano faticare e non reggere le nuove tipologie di allenamento imposti dai Mister e questo fa sembrare che la squadra non sia pronta ancora per un lavoro del genere... Dopo una settima di allenamento iniziano i primi tornei, la squadra sembra faticare ma mister Caraccio è fiducioso perché sa che nel momento di difficoltà le Rondini diventano Leoni e così è! Un netto 3-0 a Bresso e approdo alle finali di Molinello dove li ferma solo un Lecco ben disposto in campo.
Eh arriviamo alla prima di campionato una sorta di Derby e partita dell'ex per le Rondini e Mister Zanelli, le rondini faticano a creare e a imporre il loro gioco e vanno sotto di due gol; ma si sa che quando l'avversario meno se lo aspetta questi piccoletti si tramuteranno in leoni e così è nel giro di pochi minuti ribaltano la gara e la chiudono sul risultato finale di 2 a 4 per le Rondini di Sesto. Archiviata la pratica Cinisello.
Da qui in poi i ragazzi della coppia Caraccio-Zanelli iniziano a capire il determinato gioco che i mister stanno cercando di dare alla squadra, infatti da qui inizia un filetto di vittorie consecutive, la più bella quella nel Derby con la nemica più odiata di sempre la Football Sesto 2012 per 1 a 0! Il filotto di vittorie delle rondini viene fermato da un solo pareggio dove vede balzare al comando solo per una giornata l'Accademia Inter che verrà nuovamente superata dalla nostra Rondinella grazie al pareggio del Real Crescenzago coi nerazzurri che permetterà alle Rondinelle di chiudere il loro campionato con una serie di 8 vittorie, un pareggio ed una sconfitta ma che li farà comunque rimanere in testa al loro raggruppamento e mantenere salda la testa della classifica fino al termine del campionato e festeggiare il Natale con il sorriso sulle labbra avendo concluso il campionato al primo posto della classifica ! Un ringraziamento speciale a :
Portieri,
Marco Neuer Fornari, un inizio sottotono per lui e parecchio sonno arretrato in molte partite sembrava dormire ma poi si risveglia il Neuer che è un lui grazie alle sue nuove lenti che li permettono di leggere ogni traiettoria dei tiri degli avversari.
Riccardo Carrizo Caldara, New entra del gruppo parte come difensori perché i mister fisicato comè hanno pensato che potrebbe essere un ottimo centrale difensivo ma in una partitella lo so riscopre portiere vedendolo effettuare miracoli a destra e sinistra.
Difensori,
Alessandro Maldini Mondini, è un difensore particolare se lo guardi in faccia ride e sembra che sia tutto ubriaco, ma quando è in partita è un muro forse perché è furbo si fa credere un pollo dagli avversari che pensano che con facilità lo possano superare ma invece è tutto il contrario lui li recupera ogni volta ( Brambilla-Fumagalli)
Lorenzo Barzagli Reciputo, il difensore non che Capitano per eccellenza è una sicurezza per i compagni, nella fase difensiva lui c'è ma anche in quella offensiva si fa notare spesso per la grande potenza del suo tiro sul quale i portieri avversari non possono solo che spostarsi per non farsi male, il CAP
Jacopo Viganò, difensore silenzioso le da e le prende senza dire niente un Rugani della situazione ma un po' più scoordinato ma nello scacchiere di Mister Caraccio e Zanelli serve, Ruganò,
Christian Chiellini Zaglio, classico difensore palla o avversario chi dei due prende va sempre bene pur di non far prendere gol alla sua squadra
Kristian Kolarov Shalamanov, terzino mancino pulito come il giocatore del Manchester City, quando viene chiamato in causa c'è e lo fa vedere con una prodezza nella vittoria contro il Bresso con un bel tiro al volo dalla distanza col suo piede preferito, il sinistro, Kolamamov
Alessandro Cafù Corvaia, lui é soprannominato motorino perché pendolino c'è già il difensore della nazionale verdeoro, lui corre tanto e da parecchio aiuto alla fase offensiva dimenticandosi della fase difensiva tanto da far tornare i mister senza voce, per ricordarsi di tornare in difesa i mister l'hanno obbligato di andare a dormire con i post-it con scritto difesa appiccicati in fronte
Centrocampisti,
Simone Gattuso-Chinaglia Commodaro, giocatore dotato di grandi doti tecniche sa gestire bene la palla e sa quando deve mandare il compagno in porta al momento giusto, lo frega il carattere molto volte si intestardisce come un mulo e li partono le peggiori ignorantate e incazzature perché lui sa che quando non è in partita inizia a farsi scendere la lacrimuccia ma quando si riprende e gioca come sa può nascere il Rakitic che è in lui visto i biondi capelli e gli occhi azzurri
Andrei Medel Oprea, piccoletto di statura come il centrocampista dell'Inter, me duro e aggressivo in campo ogni pallone li in mezzo è suo, Raccattapalle
Flavio Hernanes Avdyli, ha le sembianze del centrocampista della Juventus, calma olimpica in campo a volte forse un po' troppa ma quando si sveglia fa veder al pubblico che è dotato di due piedi buoni ed un ottimo senso dell'inserimento al gol
Ryan Cuadrado Chintaloo, esterno di centrocampo, magro ma agile, dotato anche di un buon dribbling a volte si intestardisce ma è una cosa che c'è nel sangue come per il colombiano della Juve, Cuintaloo
Morgan Di Maria Di Giuseppe, anche lui esterno di centrocampo ha le doti del fighero del Paris Saint Germain, ma purtroppo per lui sotto porta è sfortunato tra bravura del portiere avversario e mancanza di lucidità per i troppi dribbling effettuati durante la partita, arriverà il gol tranquillo Morgan
Federico Krasic Di Cosmo, il piccoletto ha grandi doti sia da esterno che da bomber ma molto spesso si perde in giocate di fino fine a se stesse col suo gran dribbling oltre che ubriacare gli avversari il più delle volte si ubriaca anche lui, tanto che si tuffa a terra convinto ci sia il l'acqua per fare il bagno, ma quando meno te lo aspetti si ricorda di essere su un campo da calcio ed inizia a giocare seriamente e anche a segnare, un inizio sotto tono per lui, Piscina!
Andrea Bruno Peres Marturano, siamo alla ricerca di un nuovo soprannome visto che il talento brasiliano si è trasferito alla Roma e lui tifa Torino, si sta pensando a Ljaic ma tutto dipende da lui, la curva l'ha soprannominato Ciccio Gol anche se a volte fa fatica a svegliarsi al mattino e arriva al campo addormentato e il gol lo fa fare agli avversari, sveglia Ciccio!
Luca Zukanovic Zuanel, ex portiere, ora fa l'esterno, deve fare tanto lavoro di fiato e mettersi in testa che deve ricorrere l'avversario anche se è più veloce di lui e di prenderlo rincorrendo anche al fallo visto che lui ama parecchio le scivolate, per cui daje Zuanovic
Attaccanti,
Tommaso Tomasson Filippini, Bomber, come l'ex centravanti del Milan, rapace d'area ogni palla nell'area avversaria è sua è il bomber del Team di Caraccio e Zanelli, il centravanti che tutti vorrebbero avere!
Luca Zanetti Gregori, corre tanto in campo, molte volte si mimetizza e fa si che non lo veda nessuno ma come il suo idolo e non che attuale Vicepresidente dell'Inter si fa notare con coast-tu-coast alla Javier Zanetti come nei migliori derby tra le squadre milanesi, quando segna lo fa sempre in modo cattivo e di potenza senza lasciare scampo al portiere avversario vedi il gol contro il CG Bresso, LZG4
Andris Baccavale Caccavale, punta che alle sembianze sembra scoordinata e senza grinta ma lui come il colombiano del Milan dal nulla ti sa tirare fuori la giocata che non ti aspetti, Baccavale ? Si!
Fabian Giovinco Alexandru, punta dal fisico magrolino ma dotato di grandi piedi e grande dribbling è la classica punta veloce dal baricentro basso dove non sai mai dove andrà è il più delle volte la sua corsa finisce con un gol anche se a volte esagera nel dribbling e fa arrabbiare i Mister, Giovinku!
Andrea Cro-ET Crotti, con l'inizio della nuova stagione il bomber si trasforma in ET e ti inventa e trova il gol quando meno te lo aspetti, ogni palla che si trova in mischia come per magia diventerà sua e verrà tramutata in gol ! ExtraCroET!
Filippo Il Talismano Muniz, lui è il Simone Padoin della squadra,tutti lo toccami prima di ogni partita, quando c'è lui in campo la squadra vince e mette i tre punti in cascina, li mancherebbe il gol, ma lui è il talismano e se si sveglia col pensiero che la sua sua squadra vincerà così sarà, lui è l'arma in più dei suoi compagni e dello scacchiere del Team di Caraccio-Zanelli, Portafortuna !
Ma un ringraziamento speciale va anche alla dirigenza che segue la squadra ad ogni partita ovvero a : Enzo Commodaro, Marco Filippini e Fabio Mondini...
Complimenti Gruppo Pulcini 2007! Complimenti per il primo posto ottenuto e per il divertimento e le belle cose che questa squadra sta mostrando partita dopo partita !
G.S. Rondinella Calcio⚽️
← Indietro